Blog: http://Lapis.ilcannocchiale.it

Diari della bicicletta

Sapevate che si può tranquillamente essere investiti da una bicicletta? Anche quando il conducente non è Paolo Bettini, bensì una gentile oud vrouw (vecchia signora)? E meno male che all'alba dei suoi 90 anni aveva ancora i riflessi pronti per frenare.


               
 
                                               (*) Ho avuto un incidente


Personaggi:


- un giovane pisquano che dalla terra di Brianza si è da poco trasferito in terra d'Olanda.

- una
vecchia signora olandese quasi centenaria su una bicicletta di tipo olandese (nera, scassata, NO freni sul manubrio. Si frena pedalando all'indietro).


Atto I:

Giornata di sole, quasi primaverile. Il giovane pisquano fa ritorno verso casa dopo una mattinata passata al mercato, nel centro di una amabile cittadina olandese. Aveva con sè dei giacinti appena acquistati su una bancarella. Ascoltava "Un emozione da poco" della Oxa. Davvero una bella giornata. Su un urlo della Anna, il fatto.
Ignaro di essere nel bel mezzo di una pista ciclabile (tra l'altro ben riconoscibile), il giovane pisquano si ritrova la ruota anteriore di una bicicletta tra le gambe. E sente una voce aspra e acuta bestemmiare (si presume) in olandese.


Atto II:

L'anziana signora non si è fatta nulla: solo un po' incazzata per aver perso, nello scontro, il ritmo giusto della pedalata (forse le avevano dato una spinta per partire). La gamba del pisquano è un po' contusa. Dieci minuti di scuse da parte del piccolo brianzolo lasciano il posto all'emozione di aver avuto un forte e decisivo impatto con quasi 100 anni di storia olandese tutti in una volta.


Morale:

Mettere sempre in valigia un tubetto di Voltaren


Pubblicato il 10/2/2008 alle 12.36 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web