.
Annunci online

Lapis
Laddove Anelare al Progetto Impone Sacrifizio


pentole


15 dicembre 2007

Apologia del mandarino

- Lapis va in cucina, ha voglia di frutta.
Ci sono arance e mandarini.
Prende senza indugio tre mandarini.

Perchè? ...






Mandarino -Citrus reticulata-

     ...comunemente conosciuto come Tangerine nel mondo anglosassone, a indicare la sua provenienza da lidi mediterranei. Sbagliato due volte:  in quanto i mandarini hanno origini asiatiche e i  tangerini sono un incrocio tra mandarino e arancia. Ignoranti. Basta un giro in Wikipedia.

Dimensioni: variabili, intorno ai 5-7 cm di diametro.
- La piccola dimensione rappresenta, in un certo senso, la confezione monodose per single che oggi va di moda sugli scaffali dei supermercati.

Funzioni d'uso: buccia leggera e albedo (la pellicina bianca) sottile e granuloso.
- E' facile da sbucciare e non si necessita di strumenti di taglio. In pochi secondi il frutto è pronto da mangiare. La buccia, rompendosi, sprigiona una fresca fragranza che delicatamente profuma e disinfetta le mani.
- E’ strutturato a moduli: composto da spicchi che si possono gustare senza sporcarsi le mani.
- Pochi semi (a volte assenti): si evita di sputare ogni due minuti come un lama.

       Funzioni semiotiche: colore invitante e piacevole tattilità.
- In Cina, durante il Capodanno, non mancano mai sulle tavole imbandite: sono simbolo di ricchezza.

Caratteristiche organolettiche: sapore dolce e aromatico.

 
Il Mandarino più pregiato è quello di Paternò (CT) dove vi fu impiantato per la prima volta. La caratteristica buccia, più spessa rispetto agli altri mandarini, conferisce una maggiore resistenza. La polpa colore arancio-chiaro è molto dolce e intensa, con pochi semi presenti. La forma è globosa e molto schiacciata ai poli. Il frutto matura a fine novembre protraendosi fino a gennaio.

 
Insomma, il mandarino come esempio di BUON DESIGN, come la banana o l'uva, 'progettati' per essere mangiati in poco tempo e molto gusto, con grande praticità.
A differenza di un’ananas (dove hai bisogno di un decespugliatore per ricavare 4 rondelle), di un caco (molle come il culo della Lepore) o di una castagna (c’è sempre bisogno di qualche volenteroso che le arrostisca per te).








permalink | inviato da Lapis il 15/12/2007 alle 21:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (11) | Versione per la stampa


17 luglio 2007

Luglio: ricetta del mese

         +
+
=

latte&menta

Per 1 persona
  • 100 ml di latte
  • 1 bicchiere di sciroppo alla menta
  • 1/2 bicchiere di orzata
  • 4 cubetti di ghiaccio.
  1. Mettete nello shaker il latte, lo sciroppo alla menta, l' orzata e il ghiaccio
  2. Agitate bene e versate nelle coppe.




permalink | inviato da Lapis il 17/7/2007 alle 0:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


29 maggio 2007

carne di cinghiale

Premesso che adoro la carne di cinghiale, questo è davvero grosso.
E' stato abbattuto in Alabama, ridente regione americana nota per aver dato i natali ad una
cinghialessa famosa e potente.







permalink | inviato da il 29/5/2007 alle 20:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 maggio 2007

manuali di cucina

1. Indispensabile per una cucina sana e mediterranea.
2. Per mantenersi giovani nel tempo (senza ricorrere a banali conservanti).
3. Fate senza e
saranno mortacci vostri.
(cosa credete, che le orate si puliscano da sole?)





permalink | inviato da il 27/5/2007 alle 1:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


22 maggio 2007

inaugurazione rubrica PENTOLE

NOTA MEDICA: ci sono due casi di costituzione fisica per i quali questa nuova rubrica non potrà giovare in alcun modo.
Nel caso n.1, il paziente ha un metabolismo accelerato che non gli permette di gustare neanche un piatto di pastina: ogni cosa viene digerita e espulsa dall'organismo nel giro di 10 minuti.
Nel caso n.2, il paziente accumula troppo velocemente i grassi, ha ritenzione idrica e qualche tappo intestinale non identificato.
In caso di appartenenza ad uno dei casi sopracitati, astenersi dalla lettura.

caso n.1


caso n.2




permalink | inviato da il 22/5/2007 alle 23:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
pentole
matite
sogno
libri
miscellanea
cancelleria

VAI A VEDERE

Lapis on FLICKR
La zitella va in campagna
L'unica vecchia zia
Andreaaaa
Grandma'
IV
Bisogna saperla usare, una Moleskine
PECK
Interactions
Voce del verbo 'deliziare'
Lavagne e pennarelli
Tomas the Inuit
Il Paese delle Meraviglie
In Brianza Veritas
La gamba pavesina
reporter Bovisa
Masticatore di brodaglie
ZERo
Trendsandstuff
Fiorentina 1,8kg




Varie & eventuali a:

antinoo85@gmail.com

Lapis, sm. matita; pietra dura naturale di cui si valgono i disegnatori
per fare i loro disegni sulla carta, ed è rossa o piombina.

VOCABOLARIO della LINGUA ITALIANA
per cura di Antonio Sergent – con i segni della pronunzia toscana –
Editore Francesco Pagnoni, 1876

questo blog sostiene



 

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.

CERCA